Ottobre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Lo stato di shock sopraggiunge quando è compromessa la capacità di distribuire ossigeno mediante una perfusione di sangue adeguata a mantenere integre le funzioni vitali.

Segni e sintomi dello stato di shock

 

  • polso “piccolo” e frequente
  • respiro accelerato
  • cute e mucose pallide e fredde
  • agitazione psicomotoria, confusione
  • sete intensa

 

La classificazione dello Shock

Shock ipovolemico assoluto

  • perdita di sangue per emorragie 
  • perdita di plasma per edemi, ustioni, schiacciamento
  • perdita di acqua ed elettroliti, per disidratazione (sudore, vomito, diarrea)

 

Shock ipovolemico relativo

  • shock neurogeno (traumi cranici, traumi spinali, farmaci o stress)
  • shock anafilattico (reazioni allergiche)
  • shock settico (infezioni)

 

Shock cardiogeno

  • ridotta capacità del cuore di pompare il sangue in circolo (infarto, embolia polmonare,  scompenso cardiaco grave)

 

Primo soccorso nello shock

 

 

  • eliminare se possibile la causa dello shock (fermando l’emorragia, se presente)
  • somministrare ossigeno ad alti flussi
  • protezione termica
  • sostenere psicologicamente la persona se ancora cosciente
  • non dare niente da bere
  • mettere la persona in posizione antishock 
  • controllate eventuali episodi di vomito

 

Controindicazioni alla posizione antishock

  • trauma cranico
  • infarto, angina
  • dispnea

 

   Se desideri porre una domanda clicca sul tasto