Dicembre 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

 

In seguito della chiamata di soccorso, attraverso una serie di domande mirate poste telefonicamente al richiedente, l’operatore della C.O. 118 formula il “codice di intervento

alfanumerico”. Il codice d’intervento alfanumerico permette di identificare rapidamente la tipologia dell’evento per cui s’interviene. E’ composto di due cifre e una lettera che sintetizzano: 

  • 1° cifra (colore) codice di criticità
  • 2° cifra codice di patologia
  • Lettera codice di località

 

Codice di gravità 

Bianco

  • non emergenza
  • situazione d’intervento differibile e/o programmabile

 

Verde

  • non emergenza
  • situazione differibile ma prioritaria rispetto al codice bianco (lesioni che non compromettono le funzioni vitali)

 

Giallo

  • emergenza sanitaria
  • situazione a rischio, intervento non differibile (funzioni vitali non direttamente compromesse, ma in stato di evoluzione)

 

Rosso

  • emergenza assoluta
  • intervento prioritario (una o più funzioni vitali assenti o direttamente compromesse)

 

Nero

  • paziente deceduto
  • ovviamente non è mai un codice di invio ma un codice di rientro e solo dopo constatazione medica

 

Codice di patologia

 

C 1: sospetta patologia traumatica

C 2: cardiologica

C 3: respiratoria

C 4: neurologica

C 5: psichiatrica

C 6: neoplastica

C 7: tossicologica

C 8: metabolica

C 9: gastroenterologica

C 10: urologica

C 11: oculistica

C 12: otorinolaringoiatrica

C 13: dermatologica

C 14: ostetrico-ginecologica

C 15: infettiva

C 19: altra patologia

C 20: di origine non identificata

 

Codice di località

 

S strada 

P uffici ed esercizi pubblici

Y impianti sportivi

K casa

L impianti lavorativi

Q scuola

Z altri luoghi

 

   Se desideri porre una domanda clicca sul tasto